Travel

IL SUONO DELLA NATURA: MEGAFONI NELLA FORESTA

IL SUONO DELLA NATURA: MEGAFONI NELLA FORESTA

Architettura, design e natura. Nasce dalla fusione di questi tre elementi il progetto fortemente poetico di un gruppo di studenti della Estonia Academy of Art di Tallinn, corso di Architettura d’Interni, realizzato nella foresta di Võru in Estonia.
Sentire il sibilo del vento tra le fronde, le gocce di rugiada che picchiettano le foglie, il frinire dei grilli e il trillo degli uccelli: ascoltare i suoni della natura è un’esperienza magica, che può diventare ancora più emozionante grazie a questo geniale sistema in grado di catturare i suoni del bosco e  trasformare in melodia le voci della natura. (more…)

Leave a comment

CRYSTAL BUBBLE TEND: NELLA NATURA A 360°

CRYSTAL BUBBLE TEND: NELLA NATURA A 360°

L’autunno e i suoi colori caldi rinnovano in me ogni anno la voglia di trascorrere ancora del tempo all’aria aperta, anche se le giornate stanno diventando via via più fresche e corte.
E se potessimo godere dello spettacolo della natura protetti in una bolla trasparente, al riparo da freddo, insetti e intemperie ma completamente immersi nel paesaggio circostante?
Se potessimo trascorrere una notte sotto le stelle, comodamente sdraiati sul letto di casa? Leggere nel mezzo di una tormenta di neve?
Sembra un sogno irrealizzabile…
Crystal Bubble, prodotta da BubbleTree, azienda francese che si occupa di produzione di tende da viaggio e case sugli alberi è progettata dal designer Pierre-Stéphane Dumas, interpreta in questo modo il suo desiderio di contatto con la natura.
Fatta di un materiale cristallino riciclabile e anti-U, ha un ingresso minimo supportato da un telaio leggero crea una barriera tra esterno e interno. Ha le dimensioni di una sfera dal diametro di circa quattro metri ed è pensata per creare un nuovo approccio alla sistemazione temporanea, in spiaggia, in campagna, in un parco, o in zone autorizzate, per il tempo libero e l’eco-turismo di lusso.
La tenda-bolla si basa sui principi quali, energia minima, minimo utilizza di materiale, massimo comfort e massima perfetta interazione con l’ambiente. Sia l’imballaggio della struttura, sia il consumo di potenza sono sufficientemente bassi da consentire il minor impatto ambientale possibile. Al suo interno, comprende un sistema di controllo dell’umidità e di ricircolo dell’aria, il quale, creando una lieve pressurizzazione, evita la condensa e la formazione di muffe e sostiene la struttura. Design, innovazione, semplicità e comodità.
In Europa sono già più di quaranta le strutture ricettive che offrono la possibilità di dormire in un Bubble Lodge, nell’ottica di un turismo responsabile di lusso. In Italia, purtroppo, non sono ancora presenti… Ma chissà: forse a qualcuno verrà voglia di lanciarsi in questa impresa, dopo aver letto questo post.

 

Post by Alice

Image source:   1.

Leave a comment

SERPENTINE PAVILION 2015: UNA CRISALIDE

SERPENTINE PAVILION 2015: UNA CRISALIDE

Trasparente. Colorata. Cangiante. Onirica.
Il nuovo padiglione della Serperntine Gallery, recentemente inaugurato nei giardini di Kensington di Londra ad opera della coppia di architetti spagnoli José Selgas e Lucía Cano, è tutto questo, ma non solo. La consapevolezza che il progetto avesse bisogno di connettersi con la natura e sentirsi parte del paesaggio, è il punto di partenza dell’idea progettuale. Un percorso espositivo basato sulla possibilità da parte del visitatore di sperimentare l’architettura attraverso semplici elementi: struttura, luce, trasparenza, ombre, leggerezza, forma, sensibilità, cambiamento, sorpresa, colore e materiali.
Definita dalla direttrice delle Serpentine Galleries come una crisalide, la struttura poligonale temporanea è costruita con un doppio strato di pannelli di etilene tetrafluoroetilene (ETFE), avvolti da cinghie multicolore. La doppia membrana genera un corridoio tra interno ed esterno, uno spazio “liquido”nel quale si aprono diversi accessi e si snodano percosi come labirinti organici.
La coppia di architetti spagnoli è conosciuta per la loro capacità di combinare nuove tecnologie e materiali sintetici con un occhio particolare al mondo naturale. Il loro studio è un tunnel semitrasparente in un bosco. Chi non sognerebbe di lavorare in uno spazio come questo?
Il Padiglione delle Serpentine Galleries è un appuntamento di fama mondiale per gli amanti dell’arte e dell’architettura e quest’anno celebra il 15 ° anniversario. Gli anni passati, architetti della fama di Peter Zumthor, Zaha Hadid, Sanaa, Herzog & de Meuron, Frank Gehry e Jean Nouvel hanno realizzato il Padiglione.
Il Serpentine Pavilion è stato inaugurato il 25 giugno e terminà il 18 ottobre. Una buona idea per un weekend estivo nella City!

 

Post by Alice

Image source:   1. 2. 3. 4. 5.

Leave a comment

CASE SUGLI ALBERI – ALBERI SULLE CASE

CASE SUGLI ALBERI – ALBERI SULLE CASE

Infantile sogno dei piccoli oppure simbolo della perfetta fusione uomo-natura? Una casa sull’albero è un’immagine potente e suggestiva che incanta e incuriosisce. Da alcuni anni architetti di tutto il mondo hanno ripreso ad indagare sulle potenzialità del tema, che ha infinite sfaccettature: da spartani nidi per umani appesi agi alberi, a ultra-tecnologiche case sospese come per magia tra i rami, da rifugio privatissimo per neo Thoreau a resort turistici aperti a tutti. In comune hanno il desiderio di un contatto ravvicinato con la natura, il bisogno di quiete e distacco dal caos della quotidianità e la voglia di guardare il mondo con una nuova prospettiva.

Alberi che crescono sulle case: in Norvegia questa magica casa sembra essere emersa dal terreno.

Nidi che spuntano tra i rami: l’artista californiano Jayson Fann ha progettato un vero e proprio “nido per umani”, dove poter provare l’esperienza di dormire come un uccello. Fatta con rami di eucalyptus raccolti da foreste locali, questa insolita camera d’albergo può ospitare fino a otto persone. La scelta e il taglio dei rami viene fatto con attenzione e nel rispetto della pianta; l’assemblaggio della struttura spiraliforme è come un puzzle in cui ogni pezzo deve incastrarsi con il vicino in un’armoniosa composizione.

Una scatola di vetro realizzata con finestre di recupero: ecco l’idea del fotografo Nick Olson e della designer Lilah Horwitz per la loro casa-rifugio nei boschi della West Virginia. Con un budget minimo (500 dollari) e un lavoro manuale degno di un certosino, questa coppia ha raccolto e recuperato vecchi infissi per costruire questo piccolo gioiello, a metà tra il rustico e il moderno. L’abitazione è molto spartana: niente elettricità, niente impianto idrico. Un’immersione totale nella natura e nella sua spettacolare bellezza e unicità.

Sempre in vetro, ma praticamente invisibile la tree house progettata dallo studio svedese Tham & Videgard Arkitekter nei boschi di Harads, vicino al Circolo Polare Artico. La struttura, realizzata in alluminio e rivestita in vetro a specchio, è fissata al tronco dell’albero. L’effetto a specchio la rende mimetica nel contesto. Dall’interno al vista a 360° è garantita. Per evitare che gli uccelli del bosco potessero ferirsi sbattendo contro le pareti vetrate, è stato inserita all’interno del vetro una pellicola ultravioletta invisibile agli occhi umani ma perfettamente visibile per gli uccelli.

Lo Yellow Treehouse Restaurant appare come un’enorme crisalide appesa all’albero a  40 metri dal suolo nei boschi di Warkworth a nord di Auckland in Nuova Zelanda. Realizzato con struttura lignea in pioppo  di 10 metri diametro e costruito in soli 66 giorni, il ristorante voluto dalle Pagine Gialle, ha 18 posti a sedere, una cucina e servizi. La ricerca per il minor impatto sull’ambiente ha indirizzato la scelta sul legno e sul contenimento dei rifiuti.

Thailadia. Soneva Kiri di Six Senses, un eco-resort a “6 stelle” situato sull’isola quasi disabitata di Koh Kood.  Le 29 ville superlusso hanno a disposizione uno specialissimo ristorante più che esclusivo. Una culla in bamboo appesa a quasi 5 metri di altezza tra le fronde della fitta foresta tropicale accoglie un tavolino da due. Il servizio al tavolo del cameriere ha dell’acrobatico.

Non solo case sugli alberi e non solo in fitte foreste. Il tema del concorso “Treehouses in Paradise” era quello di pensare a strutture leggere appese alle palme sulle spiagge.

Per chi volesse passare dal sogno alla realizzazione, l’azienda tedesca Baumraum è specializzata in costruzioni di case sugli alberi. L’architetto Andreas Wenning ha costruito per se stesso questa tree house intorno al grande tronco di quercia, a 11 metri di altezza. Al suo interno unicamente un letto matrimoniale, un tavolino con seduta e una vista meravigliosa!

E in Italia? Poche ancora le strutture turistiche che offrono la possibilità di dormire sugli alberi. Vicino a Viterbo, il B&B la Piantata dispone di 2 bellissime casette a 8 metri di altezza circondati da campi di lavanda; a Manta in provincia di Cuneo il B&B Il giardino dei semplici ha deliziose camere nascoste tra le fronte di una grande quercia, con vista sul panorama delle Langhe.

Da alberi sulle case, a case sugli alberi a case per gli alberi. A Ho Chi Minh City in Vietnam le città si sono molto allontanate dalle foreste tropicali in cui sorgevano. Gli spazi verdi sono limitati e traffico e inquinamento dell’aria sono in aumento. House for Trees è una casa prototipo progettata con un budget limitato di 155.000 dollari e ha come obiettivo quello di restituire spazio verde alle città, coniugando abitazioni ad alta densità con grandi alberi tropicali. Cinque scatole di cemento sono pensate come vasi in cui piantare gli alberi. Lo strato di terreno in copertura, oltre a funzionare come isolamento termico serve come bacino di raccolta dell’acqua piovana.

 

Post by Alice

Image source: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11.

Leave a comment

SOGNI DA REALIZZARE: RESPONSIBLECHIC & ONIRIKOS

 

SOGNI DA REALIZZARE: RESPONSIBLECHIC & ONIRIKOS

Voglia di vacanza, di mare, di mete da sogno in cui rigenerarsi, lasciando alle spalle stress lavorativo e frenesia cittadina… Chi non l’ha desiderato almeno un miglialio di volte, seduto alla scrivania del proprio ufficio? Bene. Se avete dei sogni come questi da realizzare, non vi resta che affidarvi a ResponsibleChic Altelier, un tour operator specializzato in viaggi ecosostenibili ma di lusso. Vi avevo già parlato di questo brand alcune settimane fa in un altro post. Oggi vorrei spendere due parole in più per presentarvi meglio Alessandra e Isabella, ideatrici e responsabili di questa bellissima realtà.

 

Stefi: Buongiorno ragazze. Diteci, come è nato ResponsibleChic?

 

Alessandra e Isabella: Il marchio ResponsibleChic Atelier è stato ideato con l’obiettivo di sfatare il mito che viaggiare in maniera sostenibile significhi farlo “zaino in spalla”, scegliendo strutture basic e rinunciando a tutti i confort che di solito caratterizzano una vacanza.

 

S: Ottimo! Una visione molto affine a quella di Ethical-Code, non trovate? Etico associato alla classe, alla qualità e all’eleganza…

 

A & I: Assolutamente. Crediamo fortemente che il Turismo di Lusso abbia le potenzialità e i mezzi per promuovere la filosofia di un turismo “green” e gli esempi non mancano: Il The Brando nella Polinesia Francese, il Pacuare Lodge in Costarica, il Misool in Indonesia, il Maalifushi by COMO alle Maldive, i Luxury Camp di Wilderness Safaris fino ad arrivare all’esclusivo North Island alle Seychelles, sono solo alcuni degli Eco-Luxury Resort impegnati nel rispetto delle politiche di tutela ambientale e nel sostegno alle comunità locali che vengono coinvolte nei progetti di sviluppo sostenibile.

 

S: Splendido, davvero. Ho anche saputo che di recente c’è stata una grossa novità per il vostro marchio…

 

A & I: In effetti sì. Da oggi ResponsibleChic Atelier è ufficialmente affiliato al brand Onirikos, Tour Operator specializzato nell’ideazione ed organizzazione di Esperienze di Viaggio, individuali o collettive, di altissimo livello che negli ultimi anni è diventato il punto di riferimento per il Turismo di Lusso in Italia e nel Mondo. I suoi Experience Designer costruiscono proposte interamente personalizzate in base alle richieste dei clienti, impegnandosi ad esaudire ogni desiderio e offrendo servizi esclusivi fuori da ogni circuito tradizionale. Onirikos si differenzia dalla maggior parte delle Agenzie e Tour Operator poiché non dispone di un vero e proprio catalogo: tutte le Esperienze di Viaggio ideate sono realizzate interamente su misura.

 

S: E voi che ruolo avrete all’interno di questo brand?

 

A & I: Noi saremo Experience Designer per Onirikos e continueremo a progettare insieme a voi esperienze di viaggio uniche e ovviamente eco-chic! E in occasione di questo nuovo post, vogliamo regalare a tutti i lettori di Ethical-Code uno sconto del 10% sulle nostre consulenze per tutto il 2015.

 

S: Fantastico! Grazie infinite, Alessandra e Isabella. Sono certa che i nostri lettori apprezzeranno moltissimo. Mi raccomando teneteci aggiornati sulle novità e sulle mete “green” di ResponsibleChic.

L’estate è alle porte e se ancora non avete deciso dove trascorrere le prossime vacanze, direi che ResponsibleChic e Onirikos potrebbero essere una stilosissima soluzione ecosostenibile! Che ne dite? ^_^

 

Post by Stefi

Leave a comment

ITALY BEST: L’ARMONIA DELLA NATURA

ITALY BEST: L’ARMONIA DELLA NATURA

Galileo Galilei, uno tra i più grandi scienziati di tutti i tempi, riteneva che il libro della natura fosse scritto coi caratteri della geometria, confermando la tesi che l’armonia del mondo si manifesti nella forma e nel numero. Uno dei simboli che in assoluto  rappresenta l’armonia universale è la spirale di Fibonacci, elemento ricorrente in natura e che non a caso rappresenta il logo del marchio di cui vorrei parlarvi oggi: Italy Best. Osservando la natura si scoprono espressioni costanti di eleganza e di armonia tra macrocosmo e microcosmo: l’uomo è parte integrata della natura e con essa convive, ma purtroppo non sempre in armonia. Da queste semplici considerazioni nasce l’idea di Italy Best di selezionare e proporre al pubblico stili di vita e prodotti genuini, frutto della cultura italiana, che per le loro proprietà e la loro genesi aiutino a ripristinare l’equilibrio mancante tra la salute del corpo e il benessere dello spirito. L’evolversi costante della conoscenza scientifica apre ogni giorno nuovi interessanti orizzonti, mentre la tradizione ci lega da sempre alla saggezza di un vissuto positivo. La sfida che Best Italy si pone è proprio questa: ricreare l’armonia fra il nuovo e il conosciuto, proponendo prodotti della tradizione italiana che stimolino nuove sensazioni nate della genialità creativa mediterranea. E quindi cibo, prodotti per la cura del corpo, cosmesi naturale in linea con questa filosofia, ma anche viaggi e mete relax in cui ritrovare se stessi a contatto con la natura. #ingoodwetrust

 

Post by Stefi

Image source: 1. 2. 3. 4. 5

Leave a comment

TURISMO GREEN & CHIC: RESPONSIBLE CHIC ATELIER




 

 

TURISMO GREEN & CHIC: RESPONSIBLE CHIC ATELIER

ResponsibleChic Atelier nasce dall’idea di Isabella e Alessandra per dar vita ad un progetto di sviluppo turistico innovativo, creando soluzioni personalizzate per mete e viaggi “fai-da-te” con una visione assolutamente “green”. Per tutte le destinazioni, nazionali e internazionali, è ricercata una stretta collaborazione con la popolazione locale al fine di innescare meccanismi economici sul territorio, in grado di generare benefici sociali per i suoi abitanti. Tutte le soluzioni proposte sono ecocompatibili, responsabili e caratterizzate da elevati standard qualitativi. Quindi sì al viaggio “responsabile” e se è pure chic… anche meglio!

 

Post by Stefi

Image source:  ResponsibleChic Atelier1 . 2 . 3 . 4 .

Leave a comment

TURISMO RESPONSABILE: VIAGGI & MIRAGGI




 

TURISMO RESPONSABILE: VIAGGI & MIRAGGI

In occasione della venuta del Dalai Lama a Milano nel Giugno 2012, nel corso degli insegnamenti che ha tenuto al Mediolanum Forum sono venuta per caso a conoscenza di un tour operator, piuttosto atipico, leggendo un volantino in cui proponevano un viaggio in India veramente molto particolare e intenso ad un prezzo quasi simbolico. Si tratta di V&M (Viaggi e Miraggi), una cooperativa sociale tour-operator che si avvale della collaborazione di una rete di soggetti e associazioni sparse in tutto il mondo e che continua a proporre viaggi molto interessanti, seguendo una sua filosofia visionaria, attenta ad evitare l’impatto negativo e destabilizzante che un turismo di massa potrebbe avere sulle realtà locali. Viaggi stupendi ma piuttosto spartani e quindi a prezzi abbastanza contenuti. Una delle loro caratteristiche è di mettere in contatto i viaggiatori con la società civile dei luoghi visitati (spesso si è ospiti in famiglie locali) e con eventuali persone o associazioni coinvolte in progetti di sviluppo. Mi limito a segnalare uno dei viaggi da loro proposti per i primi mesi del 2015, un viaggio che in realtà vorrei fare io stessa (ma chissà quando…^_^ ) sperando comunque, seppur le finanze scarseggino per tutti, possa almeno farci sognare… Laos “il Mekong mi disse” dal loro catalogo 2015 Asia. Quanto costa? Quota individuale, per un gruppo di almeno 6-7 persone, 1340,00€: 18 giorni, volo, soggiorno in camera doppia o tripla, trasferimenti (anche in bicicletta..) e alcuni pasti compresi. Partenze dal 7 febbraio al 9 Maggio

 

Post by Sonia

Image source:  Viaggi e Miraggi1 . . 3 . .

Leave a comment