ELISA SANNA: PASSIONE SARTORIALE

image1

 

image21

 

ELISA SANNA: PASSIONE SARTORIALE

Nasce da una vera e propria passione per il mestiere, la storia di Elisa Sanna e del brand che porta il suo nome. Si trasferisce a Milano da giovanissima, entrando in un piccolo laboratorio sartoriale, cucendo le fodere di Valentino e collaborando alla realizzazione di collezioni importanti. Impara piano piano a tradurre un disegno in capo partendo dal cartamodello per arrivare allo sdifetto e alle prove su modella. Nasce così l’idea di proporre una capsule donna di una trentina di pezzi tra abiti e accessori caratterizzata da un filone preciso: semplicità e pulizia delle forme. L’esigenza di selezionare materiali naturali e colori neutri che vanno dal bianco al beige, dalla cipria al naturale, con un’unica eccezione del nero, vien da sé.

Elisa cuce personalmente i primi capi, per poi appoggiarsi alla sartoria dove si è formata. Abbiamo accennato all’utilizzo di tessuti sostenibili e Made in Italy: canapa, ortica, soya, juta e seta non trattati con processi chimici Non totalmente cruelty-free ma, ci sta pensando, ammette. La linea piace, tanto essere stata selezionata da alcune piattaforme internazionali di e-commerce che la vedono attualmente in Svizzera, Francia, Spagna, Svezia,Uk, Stati Uniti, e presso il Raffles Shopping Center di Singapore. Un paio di private sells e alcune realizzazioni su misura, come quella per Joe Bastianich, imprenditore e musicista, che le ha commissionato gli abiti per le proprie coriste.

Un progetto in cui crede moltissimo e che vorrebbe far diventare la sua unica professione. Difficile ma, non impossibile e la ragazza ha grinta da vendere, credetemi. #ingoodwetrust.

 

Post by Maria Chiara

Pic by: Press office

Salva

Salva

Salva

Be first to comment