ALCE NERO & LIFEGATE: EQUILIBRIO E MOVIMENTO

 

ALCE NERO & LIFEGATE: EQUILIBRIO E MOVIMENTO

Esiste una profonda differenza che intercorre tra il concetto di “sfamarsi” e quello di “nutrirsi”: si può essere sazi senza essersi realmente nutriti e appagati. In una società industrializzata come la nostra, inquinata da cibi raffinati, da pubblicità ingannevoli che trasmettono nozioni fuorvianti fin dalla prima infanzia, che per anni hanno promosso e sostenuto una piramide alimentare che vedeva i carboidrati raffinati come base di una corretta nutrizione, è normale che questa distinzione sia stata dimenticata. Il cibo ha da sempre una valenza molto forte sulle emozioni e i sui sentimenti, un legame ancestrale che parte già dal grembo materno in grado di influenzare e determinare molte delle nostre scelte future. Il filosofo Ludwig Feuerbach sosteneva che “noi siamo ciò che mangiamo”, ossia che tutto ciò che introduciamo nel nostro organismo influenzi non soltanto il corpo, ma anche i processi energetici, psicologici e spirituali. E, ancor prima di lui, Ippocrate esortava a far sì che il cibo venisse percepito come una medicina per il mantenimento del benessere psicofisico o come cura una vera e propria in caso di malattia. In occasione Fuorisalone 2016, la prestigiosa sede di LifeGate, sita nel cuore di via Brera, ha aperto le sue porte per la prima volta al pubblico per annunciare la nuova partnership editoriale siglata con Alce Nero, brand specializzato dal 1978 nella produzione e diffusione di alimenti biologici nel rispetto della sostenibilità ambientale e nel benessere dell’uomo. Una mostra/evento intitolata “Equilibrio in movimento: real food, real people, real emotion” sarà allestita negli spazi di LifeGate per tutto il corso del Salone del Mobile, dalle 18 alle 22 durante la settimana, dalle 11 alle 22 il sabato e dalle 11 alle 20 la domenica, illustrando al pubblico un percorso costruttivo fatto di disegni, immagini fotografiche, storie digitali e video racconti. Un viaggio iconografico e affascinante attraverso i territori, le tecniche agricole, i volti e i frutti dell’agricoltura biologica attenta e autentica, responsabile del mondo in cui viviamo. Perché Alce Nero crede ancora in un cibo vero, fatto di prodotti di derivazione prevalentemente vegetale che rispettino le biodiversità e la sostenibilità ambientale. Inedito, in questo progetto, sarà invece il contributo di LifeGate, media network e advisor per lo sviluppo sostenibile delle imprese: per la prima volta, di ogni prodotto alimentare verranno analizzate non solatanto le calorie, le proteine, i grassi, i glucidi, bensì i parametri innovativi e interessanti in termine di dinamiche di relazione con la terra d’origine, l’ambiente e la salute. Il contributo di LifeGate evidenzierà infatti: il raking di sostenibilità del prodotto alimentare e il raking di felicità emotiva che il prodotto procura. In sostanza rappresenterà un “calcolatore di equilibrio” che permetterà una rilettura del cibo in base a un parametro di relazione tra chi il cibo lo produce e chi lo porta in tavola. I temi anticipati nella mostra verranno poi sviluppati e approfonditi nel nuovo magazine di Alce Nero ,”Equilibrio in Movimento”, e poi diffusi sul portale e sui canali social di LifeGate che vanta una community di oltre cinque milioni di follower in costante aumento. Gli articoli proposti, su base medico/scientifica, saranno redatti in collaborazione con professionisti del calibro di Attilio Speciani e Stefania Piloni a cui sarà affidato il compito di illustrare le diverse sfumature del concetto di rapporto dinamico tra tutte le componenti del cibo, il suo impatto sull’ambiente e di conseguenza sulla vita quotidiana a conferma della necessità di ripensarlo nella sua complessità. #ingoodwetrust

 

Post by Stefi

Image source Alce Nero

Salva

Be first to comment