October, 2015

EXPO COOKING SHOW: LE RICETTE

EXPO COOKING SHOW: LE RICETTE

Non potevamo non raccontarvi nel dettaglio i magnifici piatti presentati dal nostro Martin, lo Chef Rubacuori, durante il Cooking Show ad Expo. Eccovi dunque le ricette di queste golose rivisitazioni in chiave veggie della tradizione milanese, con un “pizzico” di Qatar. Uno speciale ringraziamento al nostro sponsor NaturaSì Bio, per aver fornito gli ingredienti biologici necessari per la realizzazione dei piatti.

 

RISOTTO ALLA MILANESE CON LIMONE, EMULSIONE DI DATTERI E SABBIA DI VERZA (1 pax)

500 gr di brodo vegetale di sedano, carota e cipolla.

10 gr di scalogno pastorizzato (olio evo e scalogno pari proporzioni cotti al microonde e frullati)

90 gr di riso carnaroli superfino semintegrale

30 gr di olio extra vergine d’ oliva

succo di 1/2 limone

1 bustina di zafferano

sale qb

 

Tostare il riso con sale e zafferano a secco, senza aggiungere grassi. A tostatura avvenuta (3 min a fuoco medio), irrorare con brodo e cuocere per 13 min, aggiungendo altro brodo quando necessario. Unire la crema di scalogno durante la cottura. Aggiustare di sale, togliere dal fuoco a cottura ultimata, far riposare 1 min e poi mantecare con olio extravergine d’oliva, succo di limone ed… energia.

 

Per emulsione di dattero:

20 gr di datteri

20 gr acqua

Bollire i datteri denocciolati e poi frullare il tutto.

 

Per la sabbia di verza:

3 foglie di verza

abbondante acqua salata

Bollire le foglie in abbondante acqua salata e raffreddare. Frullare, stendere il frullato su carta da forno ed essiccare a 70° poi sbriciolare con un tritaspezie.

 

CASSOEULA VEGETARIANA

Humus di Ceci:

Bollire 200 gr di ceci secchi e reidratati in abbondante acqua poco salata. Prelevarli una volta cotti, introdurli nel blender e frullarli aggiungendo acqua di cottura, sale e olio evo d’oliva. Passare a chinoise (colino cinese a imbuto) sottile il passato ottenuto e mettere la crema liscia da una parte e gli scarti ottenuti dall’altra. Unire alla crema di ceci liscia 50 gr di tahin (pasta di sesamo). La parte liscia fungerà da salsa per la nostra casseoula, mentre quella ricca di fibre e pellicine sarà la nostra “polenta”.

Per le verdure:

1 carota

1 zucchina

1/4 melanzana,

1/2 peperone,

qualche fettina di cipolla rossa

Tagliare le verdure a pezzi volutamente grossolani, avendo l’accortezza di fare tagli più piccoli per le verdure più dure a cuocersi. Metterle tutte in padella a fuoco alto con olio evo d’oliva e cumino, saltare e cuocere vigorosamente, salare con moderazione.

 

TIRAMISU’ AL KARKADE E LAMPONI LIO

Per il tiramisù:

250 gr di mascarpone (alt vegan: riduzione di latte di soia e riso)

100 gr tuorlo (alt vegan: polpa di cocco e mango)

170 gr di zucchero (o stevia)

250 gr panna montata (alt vegan: panna vegetale)

lampone liofilizzato sbriciolato a piacere.

 

Fare la crema iniziando a montare bene i tuorli e lo zucchero; poi aggiungere il mascarpone e i lamponi lio ed infine la panna montata. Mettere da parte al fresco.

Per i lamponi lio, acquistarli già liofilizzati oppure essiccarli a 65° per 6 h.

Per il karkade, far bollire 1 min i fiori d’ibisco in acqua e lasciare in infusione 10 min. Zuccherare a piacere.

Inzuppare i biscotti savoiardi nel karkade già freddo e disporre i biscotti a strati, intervallandoli con abbondante crema. Guarnire il dolce con del lampone lio sbriciolato.

 

Post by Stefi

Recipes by Martin Vitaloni

Photo by Dario Agrillo Photo

Leave a comment

EXPOMILANO2015: THE COOKING SHOW

EXPOMILANO2015: THE COOKING SHOW

19 Ottobre, ore 19 – Expo Milano 2015: Padiglione Qatar. Abbiamo da poco realizzato il nostro primo Ethical Cooking Show in collaborazione con Martin Vitaloni, poliedrico Chef noto per la sua cucina “Endorfinica“, e uno sponsor d’eccezione: NaturaSì Bio, azienda leader nella vendita di prodotti alimentari biologici e naturali di altissima qualità. All’interno di una manifestazione prestigiosa come Expo il cui intento dovrebbe essere quello di promuovere cibo buono e sano che nutra il pianeta e i suoi abitanti, noi non potevamo mancare. Come location abbiamo scelto lo splendido padiglione del Qatar, Paese sempre più impegnato a seminare sostenibilità attraverso soluzioni “green” altamente innovative, volte a risolvere in maniera creativa ed ecologica le sfide legate alla mancanza di acqua e di cibo. Tre le ricette della tradizione meneghina presentate durante lo show, rivisitate in chiave veggie e con influenze qatariote: un risotto allo zafferano con emulsione di datteri e sabbia di verza; una cassoeula vegetariana con humus di ceci, al posto della polenta; un tiramisù ai lamponi profumato al karkade. Ad ogni evento Ethical-Code si trasforma in un contenitore prezioso che racchiude al suo interno realtà importanti o in fase di crescita, sostenendole e trasformandole in una fonte d’ispirazione a un comportamento etico che non rappresenti una rinuncia ma un’evoluzione. Ancora una volta abbiamo dimostrato che etica ed estetica possono coesistere, anche in cucina. #ingoodwetrust

 

Post by Stefi

Photo by Dario Agrillo Photo

 

Leave a comment

ROME CAVALIERI: ANCHE I LUXURY HOTEL DONANO

ROME CAVALIERI: ANCHE I LUXURY HOTEL DONANO

Cosa? Il cibo in eccesso. Da qualche mese il Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotels & resort, storica realtà 5 stelle lusso sul colle Monte Mario a Roma, ha deciso di abbracciare un progetto virtuoso legato alla sostenibilità ambientale ed ai problemi nel sociale.
Una parte dell’attività dell’albergo è dedicata ai banchetti e agli eventi, organizzandone annualmente oltre 450, per un totale di circa 115.000 ospiti.
Grazie a questa sensibilità e all’attenzione per le problematiche attuali, l’albergo (prima e unica grande struttura in Italia) applica oggi la legge detta del “Buon Samaritano”, che permette la donazione di cibi cucinati in esubero, purchè venga rispettata  la procedura prevista dalla legge.

E’ nata così la collaborazione con l’associazione senza scopo di lucro Equoevento, che recupera il cibo in eccesso prodotto in occasione di eventi per ridistribuirlo agli enti caritatevoli. Equoevento opera come tramite garantendo il trasporto tutelato e garantito del cibo lavorato donato dal Rome Cavalieri e consegnandolo alla  Comunità di Sant’ Egidio e alle mense per i  poveri Santa Lucia e  Regina Mundi.
L’attività, inoltre, favorisce il rispetto per l’ambiente, evitando lo smaltimento di centinaia di chili di rifiuti organici.

Nel mese in cui si è testato il servizio sono stati donati dal Rome Cavalieri ben 34.000 pasti e dal 1 febbraio 2015 questa procedura è a sistema e viene applicata in modo continuativo.
Questo significa che in un anno l’albergo sarà in grado di donare oltre 35.000 pasti caldi.

L’operazione è stata portata avanti da Fausto Ciarcia, responsabile risorse umane del Rome Cavalieri, che ha trovato una forte disponibilità da parte del team dell’albergo.
Un risultato sorprendente, in un momento storico in cui la crisi globale ha incrementato la situazione di disagio economico di molti: cresce sempre di più il numero di persone che si rivolgono agli enti caritatevoli, e per tale ragione lo spreco di cibo non può essere più tollerato.

Regalare attimi di bellezza a chi è meno fortunato nella vita! Un esempio da copiare. #ingoodwetrust.

 

Post by Maria Chiara

Image source:  Rome Cavalieri press office

Leave a comment

TAGLIATELLE DETOX DI MARTIN: GUSTO E BENESSERE

TAGLIATELLE DETOX DI MARTIN: GUSTO E BENESSERE

Oggi, per la sezione food di Ethical-Code, voglio presentarvi una new entry. Lo abbiamo incontrato in occasione del nostro primo Ethical Fashion Event durante la settimana della moda milanese, presso lo Chateau Monfort e il Concept Design Store Understate. Lui è Martin Vitaloni, Executive Chef del ristorante Rubacuori, che ha realizzato per noi e i nostri ospiti un raffinato buffet vegano, saporito e fantasioso. Per evitare ogni sorta di polemica o contestazione, tengo a precisare che Martin non è uno chef vagano ma è un professionista poliedrico e preparato, con un vissuto da vegetariano, in grado di soddisfare pienamente le esigenze di una clientela particolare come quella vegetariana e vegana: una dote non comune tra i suoi colleghi… E a noi questo piace molto! Oggi Martin ha voluto regalaci una sua ricetta veganfriendly creativa e disintossicante, perfetta in vista della stagione autunnale appena cominciata.  Sono certa che le donne all’ascolto ne apprezzeranno i benefici… ^_^ Grazie Martin! #ingoodwetrust

 

DETOX-TELLE, le tagliatelle detossinanti

Per la pasta:

500 gr Farina di semola di grano duro

200 gr Latte di soia bio

5 gr Alga Spirulina in polvere

 

Per la salsa:

200 gr Finocchi

1 Limone

Olio Extravergine d’oliva qb

Sale qb

Menta

Semi di Canapa decorticati

 

Fare la pasta per le tagliatelle impastando tutti gli ingredienti sopraindicati; se l’impasto dovesse necessitare di umidità, bagnarsi le mani con acqua naturale. Tirare le tagliatelle e riporre in frigo. Per la salsa, bollire i finocchi tagliati sottili in acqua poco salata; una volta cotti, metterli nel blender e frullare emulsionando con olio extravergine d’oliva crudo, aggiustando di sale. Cuocere le tagliatelle e condirle in una ciotola con olio extravergine, menta in foglie spezzata a mano, succo di limone e semi di canapa tostati. Disporre in un piatto la salsa al finocchio in quantità a piacere ed adagiare le tagliatelle sopra alla salsa. Buon appetito!

 

Post by Stefi

Image source by Martin Vitaloni

Leave a comment