LAURA ZABO: DALLE GOMME AL DESIGN DI TENDENZA

 

 

 

LAURA ZABO: DALLE GOMME AL DESIGN DI TENDENZA

Nel corso dei secoli l’uomo ha sperimentato e creato svariati materiali per venire incontro alle proprie esigenze, per semplificarsi la vita, per rendere più duraturi gli oggetti creati. Non sempre però questi materiali si sono rivelati amici dell’ambiente, dell’ecosistema, degli animali e della salute. Primi fra tutti plastica e gomma, materiali indubbiamente comodi da gestire ma decisamente inquinanti poiché non biodegradabili. Nei traguardi raggiunti dalle nuove generazioni per porre rimedio ai danni delle vecchie c’è sicuramente il riciclo. E se questa pratica serve non soltanto ad abbassare l’impatto di alcuni materiali sull’ambiente ma a dar vita a crezioni utili e belle, significa che la strada intrapresa è davvero quella giusta. Questo è ciò che ha deciso di fare  2 anni fa Laura Zabo, giovane e bellissima designer ungherese trapiantata a Londra, luogo in cui realizza a mano le sue straordinarie creazioni. Chi l’avrebbe mai detto che dalla gomma di un vecchio copertone di una bicicletta o di un auto si postessero realizzare accessori così belli e utili? Non soltanto collane, braccialetti e cinture, ma anche cinghie per la chitarra, collari e guinzagli per cani, borsette, suole per calzature e infradito! Le gomme e i tubi di gomma utilizzati da Laura sono spesso frutto dello scarto della stessa industria che li produce. Quindi nuovi ma del tutto inutilizzabili. Quando ho conosciuto Laura, tramite mail, mi sono chiesta da dove le fosse nata questa passione per il riciclo e la sua risposta è stata “a seguito di un viaggio meraviglioso nel cuore della Tanzania! Ero rapita dai colori, dagli spazi sconfinati e dal calore delle persone di quella terra. La mia vita cambiò quando un giorno entrai in un mercato Maasai e notai un un paio di bellissimi sandali, finemente dipinti a mano, realizzati interamente con la gomma riciclata delle ruote di un auto. Mi sono subito innamorata dell’idea che si potessero riciclare materiali destinati alla spazzatura per realizzare oggetti utili e belli. E così ho deciso di condividere quest’idea con il resto del mondo. Ad oggi ho ricevuto in dono ben 5000 copertoni destinati alla discarica, da un’azienda tedesca, Schwalbe, realizzando la maggior parte degli accessori che potete vedere sul mio sito. Attualmente, grazie alla collaborazione della Cadiz Music, un’importante casa di produzione discografica e musicale che ha creduto in me, ho potuto trasferire il mio laboratorio direttamente nella Cadiz Gallery a Greenwich, un’innovativa struttura realizzata in vetro, in poter reapirare quotidianamente energia creativa. Non avrei mai pesato che il mio virtuoso cammino, inizato in Africa a migliaia di miglia di distanza, mi portasse fin qui. Sono felice di poter contribuire, col mio lavoro, a rendere la gente più consapevole, più attenta all’ecologia e alle scelte di materiali alternativi animal-free. Abbiamo il diritto di pensare in grande, di sognare, ma soprattutto di cambiare il mondo attraverso la creatività!” E come non condividere il meraviglioso pensiero di Laura?

Se volete acquistare uno dei suoi accessori e contribuire anche voi a cambiare un pò il mondo, vi lascio il codice promozionale che Laura ha voluto riservare a tutti gli Ethical-Friends all’ascolto : ETHICALCODE15. #ingoodwetrust.

 

Post by Stefi

Photo Dario Agrillo

Makeup Cristina Isac

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

2 Comments

  • Reply May 31, 2017

    Alessia Valeri

    Ciao Stefi!
    Finalmente riesco a leggere l’articolo (non riuscivo a visualizzare il sito!). Che bello!

    • Reply June 8, 2017

      admin

      Davvero? Che strano… Perché non me l’hai detto? Avrei fatto una verifica. 🙁 Ad ogni modo sono felice che ti piaccia. A presto! <3

Leave a Reply