BORSE ORIGINE: CRUELTY-FREE MADE IN ITALY

PROVA2

BORSE ORIGINE: CRUELTY-FREE MADE IN ITALY

Borse artigianali totalmente cruelty-free, curate tanto nell’estetica quanto nella funzionalità e ricercate nella qualità dei materiali così come nelle lavorazioni. E’ la prima linea di Origine, brand che prende vita dalla creatività di Giulia Marotta, fashion designer vercellese particolarmente attenta allo sviluppo dei prodotti etici che non vedano alcun impiego di materiali di origine animale. La collezione A/I 2015-2016 prevede 11 pezzi ideati e disegnati tra Piemonte e Lombardia e realizzati all’interno di laboratori fiorentini dalla lunga e consolidata tradizione manufatturiera. Borse innovative nelle linee e nei materiali rivolte a un pubblico esigente di donne che desiderino coniugare una scelta etica e la qualità del prodotto interamente made in Italy. Nelle borse Origine, lana, seta o pelle tipiche della tradizione manufatturiera italiana hanno ceduto il passo a materiali come poliuretano, poliestere, viscosa e cotone. L’approccio e la produzione cruelty-free sono certificati dalla partecipazione di Origine al progetto LAV ANIMAL FREE FASHION, con il massimo del reting previsto: VVV+. Ho chiesto a Giulia Marotta che cosa l’abbia spinta a creare la sua linea etica e la sua risposta mi ha molto colpita, poiché rispecchia perfettamente la filosofia di Ethical-Code: “Il mio impegno è quello di creare una linea di accessori che segua le tendenze della moda con eleganza e spirito innovativo, distinguendosi dai brand che per non usare la pelle si limitano a fare una sacca di canapa, rinunciando allo studio e alla realizzazione di accessori tendenti al lusso. Il fatto di non utilizzare pellami non è necessariamente sinonimo di risaprmio, ma significa sostituire la pelle con materiali e tessuti di qualità.” Quindi accessori moda di grande tendenza che siano “Chic” e non “Chip”. Ah, che piacere sentirlo dire sempre più spesso…! Le tracolle, le borse a mano e le shopping bag Origine presentano accostamenti diversi di materiale e di design, trasformando ogni creazione in uno “spezzato” che unisce almeno due lavorazioni artigianali, fatta eccezione per la sottospalla grande e la pochette in viscosa che propongono un’unica fantasia. I grandi sogni richiedono intraprendenza e una buona dose di coraggio per essere realizzati e Giulia mi ha voluto confidare un segreto: “Ho frequentato l’Istituo Marangoni di Milano per coltivare la passione che avevo fin da bambina per la moda. La vita mi ha poi portato a cambiare strada e così ho accantonato i miei sogni, iscrivendomi e completando gli studi in radiologia. La mia viscerale passione per la moda tuttavia ha continuato a farti sentire prepotentemente, riportandomi ancora una volta sui miei passi. Dopo un corso di modellistica di borse alla ModaPelle Accademy ho deciso di realizzare Origine, anche grazie al supporto della mia famiglia e del mio cmpagno. Molti cambiano vita e intraprendono attività imprenditoriali perché spinti da insuccessi o difficoltà a trovare un impiego stabile. – conclude Giulia – Nel mio caso, nonostante uno stipendio sicuro e tanta fatica per arrivarci, non ho potuto evitare di assecondare una passione che scalciava e sgomitava dentro di me. Così ho deciso di mettere tutto in gioco per dedicarmi ad un’attività che mi rispecchiasse totalmente, scelte di vita comprese.” E noi non possiamo che farle i nostri complimenti oltre che un grandissimo in bocca al lupo, perché in italia c’è bisogno di persone ancora in grado di sognare, proprio come lei. Brava Giulia! #ingoodwetrust

 

 

Post by Stefi

Moodboard by Marta

Image source: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9.

Be first to comment