NATURAL DESIGN: LA NATURA CHE CI PIACE

NATURAL DESIGN: LA NATURA CHE CI PIACE

L’uomo, chiuso nel suo rifugio sicuro, raccoglie e porta con sé “pezzi” di natura: trofei di caccia, pelli e pellicce, animali più o meno domestici, fiori recisi e piante in vaso. Ma qual’è la versione etica, sostenibile che possa soddisfare questo bisogno innato? Il design riflette in maniera critica e ironica sul tema.
Questa è la natura che ci piace!

Di Seletti la mucca-credenza a dimensione naturale, realizzata in legno delle casse utilizzate normalmente per il trasporto. Nonostante la forma atipica, è davvero capiente e ogni spazio, dalla testa alle zampe, è fruttato al massimo.

Si chiama Ibride, la collezione di arredi ispirati all’ibridazione tra mondo umano e animale dei designer francesi Benoît e Rachel Convers. Realizzati in compensato, questi mobili-animali travolgono l’universo casalingo con ironica eccentricità. Ecco comparire un orso libreria, uno struzzo-consolle e un asino scrittoio: un gioco di doppie letture e doppie funzioni e rimandi.

E per chi non è ancora soddisfatto e vuole tornare ad immergersi nella natura e godersi un picnic in un prato? Riccarso Randi ha ideato una versione eco delle classiche posate di plastica. Si chiama wood+plastic, un prototipo di set di posate take-away composto da un manico in legno riutilizzabile e una parte in plastica reciclata usa e getta. Elegantissime e funzionali.

 

Post by Alice

Image source:   1.2.3.4.5.6.

Be first to comment